Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi
27/08/2020 06:53:00

E' morto Giovanni Olivastri, figura storica del calcio trapanese

E' morto Giovanni Olivastri. Conosciuto come "u Zi Giovanni", il "maestro", dopo una brutta malattia e una lunga battaglia é deceduto nella notte.

Amato da molti e buon conoscitore di calcio, è stato un volto storico nel calcio trapanese e nel Trapani Calcio in particolare. 

Nato il 5 dicembre 1937 Olivastri è stato il “maestro”, passando tutta la sua carriera ad allenare i giovani, scoprendo talenti in giro per la Sicilia ed insegnando loro ad utilizzare al meglio le capacità. Ma al tempo stesso era anche un allenatore che educava. I suoi calciatori dovevano sempre entrare in campo con le scarpette pulite e la maglietta in ordine, dentro i pantaloncini.

Anche la società granata ha voluto ricordare la figura di Giovanni Olivastri con un post pubblicato su Facebook:

“Sono davvero tanti i ragazzi che lo hanno avuto come allenatore. Giovani che amavano il calcio e che coltivavano i sogni tipici dei ragazzi. Ognuno di loro oggi ha una storia da raccontare, un aneddoto, un ricordo che li lega al loro mister: le lezioni di calcio, le regole, la disciplina, il rispetto per quello che si sta facendo, sin da piccoli e in ogni categoria, perché questa è la base, fondamentale, per ogni successo. Con la nostra maglia mister Giovanni Olivastri ha vinto il torneo regionale degli Allievi nella stagione 1979/80, arrivando fino alle finali nazionali. In anni difficili, per il Trapani, in un mondo del calcio fatto di sacrificio e passione prima di ogni altra cosa. Noi oggi vogliamo ricordare così Giovanni Olivastri, che ci ha lasciati, conservando come un bene prezioso i suoi insegnamenti e cercando di interpretare i sentimenti, il ricordo e l’affetto di tutti i “suoi” ragazzi, anche i nostri. Ciao, mister”.