Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi
11/09/2020 02:10:00

Scrive Michele, sulle promesse che non manterrà il prossimo sindaco di Marsala

 I marsalesi sono prossimi alle elezioni comunali, tutti i concorrenti parlano di programmi futuri (faremo questo, quello e quell'altro) alla fine del mandato il 90% delle promesse di "faremo" resta sempre non risolto.

Credo che la cittadinanza non si aspetta che vengano realizzate le promesse di grosse opere ( a quelle ci dovrebbe pensare la politica Regionale o Nazionale), la cittadinanza aspira a vedere le cose semplici (strade pulite e senza buche, spazzatura ritirata regolarmente, cestini svuotati regolarmente, verde curato) invece si assiste sistematicamente a lavori fatti male o addirittura lasciati in abbandono, un esempio: via Salemi a ridosso delle case popolari c'è spazzatura e ingombranti non rimossi da anni; "Parco" Salinella l'erba che cresce spontanea (attenzione non è regolare prato) viene tagliata 2/3 volte all'anno con un "frangitore" non con un "tosaerba" la differenza è ben diversa. Ci sarebbe da segnalare tante altre cose che non vanno, ma mi fermo qui, non voglio infierire più di tanto al momento.

Michele