Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi
05/05/2022 06:00:00

Erice e i servizi sociali:  scrive l'assessore Carmela Daidone

 Scrive l'assessore ai Servizi Sociali del Comune di Erice in replica al nostro articolo: "Erice, "Non vedo mio figlio da 44 giorni". Sono finiti i soldi per i servizi sociali".

In relazione al Vostro articolo giornalistico dal titolo «Erice, "Non vedo mio figlio da 44 giorni". Sono finiti i soldi per i servizi sociali», preciso subito che da domani riprenderà a tutti gli effetti il servizio SPAZIO NEUTRO che si occupa della gestione delle conflittualità familiari su mandato da parte del Tribunale civile, presa in carico dei minori a rischio su mandato del Tribunale e/o Procura dei Minori. Proprio lunedì (due giorni prima dell’uscita dell’articolo in questione), infatti, il competente Settore Comunale 8° Servizi Sociali ha adottato il provvedimento per l’affidamento del servizio alla Cooperativa individuata. Oggi, invece, è stata richiesta l’esecuzione anticipata del servizio, con decorrenza da domani 5 maggio 2022. Tutto è stato fatto nel rispetto dei tempi che richiede una pubblica amministrazione che non possono in alcun modo essere forzati e che seguono precise logiche.

Preciso ancora che questa Amministrazione ha fatto tutto il possibile per risolvere quanto prima il disagio creato dal periodo di vacatio del predetto servizio che si è concluso a fine marzo, determinando, appunto, un periodo di pausa di poco più di un mese. La sospensione del servizio che, è stata dovuta all’esaurimento delle risorse stanziate anche in considerazione delle numerose richieste non prevedibili pervenute da parte degli organi giudiziari, è stata anche oggetto di apposita comunicazione del 31/03/2022, a mia firma, diretta al Tribunale per i Minorenni di Trapani e a quello di Palermo, con la quale ho specificato che tale servizio sarebbe stato attivato prima possibile.

Il Comune si è infatti immediatamente attivato per il ripristino del servizio. Andando con ordine, nelle more dell’approvazione del bilancio di previsione 2022/2024 in cui saranno allocate da parte dell’Amministrazione comunale adeguate somme per il servizio in questione, si è proceduto con urgenza in data 11/04/2022 ad attivare le procedure per l’affidamento del servizio per un periodo limitato, per superare le criticità derivanti dalla sospensione del servizio.

Il servizio, che è esternalizzato ad operatori qualificati proprio al fine di fornire risposte adeguate all’utenza, non essendo sufficienti, fra l’altro, in termini numerici gli assistenti sociali interni al Comune, mira a costruire un ambito finalizzato a facilitare il riavvicinamento relazionale ed emotivo fra i genitori o adulti di riferimento e i figli che hanno subito, o hanno in corso, un’interruzione del rapporto, determinata da dinamiche gravemente conflittuali interne al nucleo familiare.

Ai fini di una corretta informazione, preciso infine che il Centro “Peppino Impastato” non è una palestra ma un Centro Sociale Polifunzionale.

Carmela Daidone
Assessore ai Servizi Sociali Erice