Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi
06/06/2024 22:00:00

L'Asp di Trapani attiva il Piano Operativo contro le ondate di calore per l'estate 2024

L'Azienda Sanitaria Provinciale (ASP) di Trapani ha predisposto un Piano Operativo Locale per la prevenzione degli effetti delle ondate di calore, seguendo le "Linee Guida Regionali per proteggere i soggetti fragili". La cura del piano è stata affidata al Responsabile dell'Unità Operativa per l'Educazione e Promozione della Salute Aziendale, Giuseppe Valenti.

Le ondate di calore sono condizioni meteorologiche estreme che si verificano durante la stagione estiva, caratterizzate da temperature elevate al di sopra dei valori usuali. Queste ondate possono durare diversi giorni o addirittura settimane, rappresentando un grave pericolo per la salute pubblica, soprattutto per le persone anziane e i soggetti fragili.

La drammatica esperienza dell'estate del 2003 ha evidenziato chiaramente gli effetti letali che un'ondata di calore non prevista può avere sulla popolazione. In Italia, circa ottomila persone anziane sono decedute a causa dell'ondata di calore di quell'anno. Le vittime erano principalmente anziani soli, di età superiore ai 75 anni, spesso con patologie preesistenti, come malattie respiratorie, cardiovascolari o del sistema nervoso centrale, che hanno contribuito a provocare decessi improvvisi.

Il Piano Operativo Locale per l'estate 2024 dell'ASP di Trapani mira a prevenire gli effetti nocivi delle ondate di calore attraverso una serie di misure specifiche rivolte ai soggetti più vulnerabili. Ecco le principali azioni previste: sorveglianza continua delle condizioni meteorologiche e rapida diffusione di allerte e avvisi alla popolazione; attivazione di interventi rapidi per assistere le persone a rischio, compreso il trasporto verso strutture sanitarie o luoghi climatizzati; informazione e formazione della popolazione e degli operatori sanitari sulle misure preventive da adottare durante le ondate di calore; identificazione e monitoraggio delle persone più a rischio, con particolare attenzione agli anziani soli e a coloro che presentano patologie croniche.

Il Piano Operativo dell'Asp prevede un insieme di azioni volte alla prevenzione degli effetti delle ondate di calore sui soggetti fragili. In particolare, si è previsto di attivare una rete di assistenza che comprenda, oltre ai MMG (Medici di Medicina Generale), i Presidi di Continuità Assistenziale, le Guardie Mediche Turistiche, i PPI (Punti di Primo Intervento), la Protezione Civile, i PTE (Punti Territoriali di Emergenza) e i Pronto Soccorso, nonché eventuali servizi di volontariato sociale e degli enti locali.

Le U.C.A. aziendali, come già previsto dal Protocollo d’Intesa tra l’Assessorato Regionale della Salute e le OO.SS. di categoria, verranno allertate per eventuali interventi di assistenza domiciliare. Come negli anni precedenti, sono stati messi a disposizione locandine e dépliant informativi prodotti a cura dell’U.O. per l’Educazione e la Promozione della Salute Aziendale, da distribuire alla popolazione generale attraverso le strutture e i servizi dell’ASP, nelle farmacie, negli ambulatori dei MMG e PLS (Pediatri di Libera Scelta), etc.

Sul sito aziendale sono visionabili il materiale informativo e i consigli utili per prevenire e contrastare gli effetti delle ondate di calore. L’eventuale allerta per le ondate di calore perverrà su segnalazione dei siti del Ministero della Salute e della Protezione Civile.