Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi
28/09/2022 06:00:00

  Trapani allagata. La rabbia dei commercianti: “Abbiamo buttato tanta merce”

Dopo l’alluvione della notte tra il 25 e il 26 settembre a Trapani, i commercianti della città, nelle strade interessate dai grandi flussi d’acqua accumulatosi, fanno la conta dei danni, ripulendo i loro locali dal fango e buttando merce danneggiata e quindi inutilizzabile. Non c’è modo migliore per raccontare quanto accaduto se non quello di dare la parola proprio a loro.

Nei loro volti e nelle loro parole potete leggere ancora una volta, disperazione, rabbia e avvilimento. Qualche giorno fa vi abbiamo raccontato il dramma del caro bollette che sta affliggendo questa categoria, fatta di uomini e donne che ogni giorno alzano le saracinesche della loro attività, spesso a conduzione familiare, per poter andare avanti.

Oggi li troviamo ancora lì, con altri problemi da risolvere, con moci e spatole spingiacqua tra le mani e con tanta buona volontà, per ricominciare ancora una volta, nonostante tutto.