Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi
24/06/2022 13:56:00

Operazione Scrigno, encomi solenni per i carabinieri di Trapani

Encomi solenni ai carabinieri di Trapani che portano a compimento l'operazione antimafia Scrigno. A premiarli, nei locali del comando Legione carabinieri Sicilia di Palermo, il Generale di Corpo d’Armata Riccardo Galletta, dallo scorso 12 gennaio nuovo Comandante Interregionale Carabinieri “Culqualber”. 

Un’attività investigativa, durata oltre tre anni, che ha consentito di raccogliere gravi indizi di colpevolezza circa la presunta esistenza di un’associazione per delinquere finalizzata a realizzare una serie indeterminata di delitti, che ha portato all’arresto di 25 appartenenti a “Cosa Nostra” trapanese per associazione mafiosa, scambio elettorale politico mafioso, estorsione, danneggiamento e altro. 

Tra gli arrestati anche politici locali che si offrivano ai mafiosi come punto di riferimento affidando loro, in alcuni casi, le gestione della propria campagna elettorale.