Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi
03/03/2021 20:19:00

Trapani, scontro tra il sindaco e i grillini sullo stop al servizio di assistenza igienico-sanitaria

Duro scontro, a Trapani, tra il Movimento Cinque Stelle e il sindaco Giacomo Tranchida sul servizio di assistenza igienico-sanitaria personale per gli studenti disabili sospeso dallo scorso lunedì.

"Il  servizio rappresenta un diritto  fondamentale e irrinunciabile per tutti gli alunni delle Scuole di ogni  ordine e grado non autosufficienti sul piano motorio o mentale", dicono le  portavoce al Comune di Trapani del Movimento cinque Stelle Francesca Trapani e Chiara Cavallino. Ma a far sentire la propria voce è anche il senatore Vincenzo Maurizio Santangelo."Purtroppo  - proseguono - le risorse stanziate dall'Amministrazione  comunale di Trapani erano sufficienti a coprire l'erogazione dei servizi  di assistenza igienico personale fino al mese di febbraio, causando la  brusca interruzione del servizio negli istituti scolastici comunali.  Sabato mattina, abbiamo incontrato diversi genitori di alunni con  disabilità, apprendendo la loro forte preoccupazione, legata al fatto  che le delicatissime funzioni di assistenza finora espletate dal  personale OSA e OSS, dovrebbero ora essere assunte dagli operatori  scolastici (ATA) che non sempre si trovano in possesso di un'idonea e  adeguata formazione necessarie per garantire una corretta assistenza  agli alunni, soprattutto in presenza di patologie complesse e molto  differenti tra loro".

“Per far luce su questa vicenda – sottolinea Francesca Trapani - abbiamo deciso di presentare  un'interrogazione per chiedere al Sindaco Tranchida il motivo per cui le  risorse stanziate dall'amministrazione Comunale siano state previste in  misura sufficiente solo a coprire l'erogazione dei servizi di  assistenza fino all'inizio di marzo, determinando un'interruzione del  servizio ad anno scolastico in corso. Sulla stessa lunghezza d'onda, il senatore Santangelo: "Alla  Giunta Tranchida chiediamo chiarezza. La tutela degli ultimi e dei più  deboli è una battaglia che non ha colori politici e deve rappresentare  un'assoluta priorità a qualsiasi livello di amministrazione. Non  possiamo accettare nessun scarica barile, occorre ripristinare il  servizio in tempi rapidi e garantire elevati livelli qualitativi di  assistenza igienico-personale a tutti gli alunni con disabilità”. La replica di Giacomo Tranchida non si è fatta attendere: “O gli attuali Consiglieri comunali 5 Stelle, Trapani e Cavallino, ed ancora più grave il loro mentore senatore Santangelo, sono degli emeriti ignoranti in materia – e pertanto si rivelano inaffidabili nel governo della cosa pubblica, tanto a Trapani quanto a Roma – oppure sono in malafede e come sciacalli strumentalizzano le famiglie trapanesi e non solo con figli studenti portatori di handicap”.

Il sindaco puntualizzata che, come deliberato dal Consiglio di giustizia amministrativa “il servizio di assistenza igienico personale agli alunni disabili gravi  permane in capo allo Stato per il tramite dell’Amministrazione scolastica. Rispetto a tale inadempimento statale – conclude il primo cittadino - abbiamo finanche interessato l’Autorità Giudiziaria”.