Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

"Dalle Egadi a Selinunte. I progetti in campo per i porti"

“Bisogna sostenere le isole minori anche per i periodo invernali. Abbiamo trovato una situazione degradata nei porti di Favignana, Marettimo, ma anche nei porti Bonagia, Selinunte, Mazara. Abbiamo cercato delle soluzioni. Come i 25 milioni di euro per Favignana, attraverso procedure snelle siamo riusciti ad andare avanti e i lavori saranno cantierabili a brevissimo”, afferma Stefano Pellegrino, deputato regionale all'Ars. Procedure in corso anche per Marettimo il cui progetto si trova al Ministero delle Infrastrutture per le valutazioni ambientali. “Gli isolani non aspettano altro che un porto sicuro”. Regione in campo anche a Selinunte, dove si sta lavorando per rimuovere la posidonia spiaggiata al porto di Marinella. “C’è un problema atavico nei porti di Selinunte, come di Mazara o di Bonagia, è quello della posidonia. Si sta lavorando ma si deve anche capire cosa farne una volta rimossa. La posidonia può essere una risorsa, e trattata adeguatamente, nel rispetto dell’ambiente, può diventare compost per l’agricoltura”, è il suggerimento di Stefano Pellegrino. Ma ascoltiamo l’intervista. (Spazio autogestito)

 |   |  Inizio  1 2 3 4   Fine